News

A distanza di una settimana dal convegno "Affettività e sessualità nella persona con disabilità", felici di aver parlato di un tema così importante ad un pubblico così numeroso, ci teniamo a ringraziare tutti i relatori, l'organizzazione de Il Maggiore Verbania e, in modo particolare, il Consorzio dei Servizi Sociali del Verbano, compagno di viaggio nella progettazione e realizzazione dell'evento. 

Alla prossima edizione!

 

LO STAFF DEL CENTRO FORMAZIONE MONETA

CORSI CREATIVI PER TUTTE LE ETA'!

Mercoledì 22 novembre è finalmente in programma l'avvio del laboratorio di Ceramica per adulti.

E' ancora possibile iscriversi. Scarica la scheda di iscrizione cliccando qui

Il corso si svolgerà per 10 mercoledì dalle ore 17.00 alle ore 20.00 presso i nostri laboratori di Fondazione Sacra Famiglia in Piazza Mons. Moneta 1, Cesano Boscone (MI).

Durante il corso verranno presentati i vati tipi di argilla e impasti e verranno insegnate le diverse tecniche utilizzate fino ad arrivare alla realizzazione di veri e propri manufatti!

Per ulteriori info contattateci allo 02.4581673 oppure scrivete un'email ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

CORSI ECM AUTUNNO 2017

Dopo l'avvio del percorso formativo sulle Cure Palliative, il Centro Formazione Moneta propone venerdì 10 e sabato 11 novembre 2017, presso la sede di Cesano Boscone, due nuovi percorsi formativi accreditati ECM per tutte le figure aventi diritto.

L’ATTIVITÀ FISICA ADATTATA (APA) NELL’ ADULTO CON DISABILITÀ INTELLETTIVO RELAZIONALE E NELL’ANZIANO

CLICCA QUI PER SCARICARE LA BROCHURE

MUSICA E FRAGILITÀ STRUMENTI EDUCATIVI E BUONE PRASSI PER LAVORARE SUL DISAGIO

CLICCA QUI PER SCARICARE LA BROCHURE

Inoltre sono previsti due nuove edizioni del corso BLSD da 8 ore, rivolto a medici ed infermieri, sabato 21 ottobre e sabato 11 novembre.

Insomma, un autunno pieno di eventi formativi.

E tanti altri sono ancora in cantiere!

Nelle prossime settimane vi sveleremo importanti novità

STAY TUNED

Sai di cosa si occupa un OSS? Conosci le differenza tra l’OSS e l’ASA? 

 
Operatore socio Sanitario (OSS)

L’OSS si occupa dei bisogni primari della persona al fine di favorirne il benessere e l’autonomia.

Lavora in contesti socio-assistenziali, socio-sanitari, ospedalieri, residenziali e domiciliari, in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e sociale; in ambito sanitario è prevalente la collaborazione con il personale infermieristico.

Per svolgere la professione è necessario aver conseguito una qualifica professionale – valida sul territorio nazionale – tramite la frequenza a un corso regionale e il superamento dell’esame finale.

Requisiti di ammissione al corso:

  • maggiore età
  • possesso, in alternativa, di: diploma di scuola secondaria di secondo grado o qualifica di durata almeno triennale ai sensi dell’art. 1 comma 3 del Dlgs 76/05; qualifica professionale rilasciata al termine di percorsi biennali di prima formazione ai sensi della LR 95/80; qualifica ASA o OTA
  • certificazione di idoneità alla mansione rilasciata dal medico competente
  • per gli stranieri anche dichiarazione di valore con traduzione asseverata del titolo conseguito nel paese di origine rilasciata dall’ambasciata di appartenenza e capacità di espressione orale e scritta e grado di conoscenza della lingua italiana che permetta di partecipare attivamente al percorso formativo e capirne i contenuti (valutata con test d’ingresso)

Il corso è di 1000 ore, di cui 450 di teoria, 450 di tirocinio, 100 di esercitazione.

Ausiliario socio assistenziale (ASA)

L’ASA attua interventi di assistenza alla persona nelle attività quotidiane e nell’espletamento delle funzioni personali essenziali.

Lavora in servizi di tipo socio-assistenziale e socio-sanitario a ciclo diurno, residenziale o domiciliare.

Per svolgere la professione è necessario aver conseguito una qualifica professionale, valida sul territorio lombardo, tramite la frequenza a un corso e il superamento dell’esame finale

Requisiti di ammissione al corso:

  • maggiore età
  • diploma di scuola secondaria di primo grado
  • per gli stranieri anche:  dichiarazione di valore con traduzione asseverata del titolo conseguito nel paese di origine rilasciata dall’ambasciata di appartenenza e capacità di espressione orale e scritta e grado di conoscenza della lingua italiana che permetta di partecipare attivamente al percorso formativo e capirne i contenuti (valutata con test d’ingresso)

Il corso è di 800 ore, di cui 350 di teoria, 100 di esercitazioni e 350 di tirocinio.

Accesso alla professione

Entrambi i profili lavorano in strutture socio sanitarie, socio assistenziali, socio educative.

Il lavoro può essere alle dipendenze di strutture pubbliche, con accesso tramite concorso, oppure private, con assunzioni dirette. Spesso il profilo trova occupazione tramite cooperative sociali. La qualifica consente anche di lavorare autonomamente a domicilio.

Le professioni di infermiere ed operatore socio sanitario spesso, erroneamente, vengono confuse perché l’ambito in cui operano prevede una stretta collaborazione delle due figure.

In entrambi i casi si tratta attività specializzate, derivanti da un periodo di studio e tirocinio maturato presso le strutture ospedaliere e che, nell’esercizio delle proprie mansioni, prevedono un grado di responsabilità differente.

Con riferimento al percorso di studi, la qualifica professionale di infermiere viene acquisita mediante il conseguimento della laurea in scienze infermieristiche e l’iscrizione presso l’Albo Provinciale degli Infermieri. Come per altri cicli di studio relativi alle materie socio-sanitarie, anche tale corso di laurea è a numero chiuso, con posti messi a concorso a livello nazionale, dunque per l’accesso ai corsi è necessario superare un test di ingresso che viene effettuato all’inizio dell’anno accademico.

Mentre, la qualifica di operatore socio sanitario viene acquisita mediante il conseguimento di un attestato di qualifica a seguito di corsi regionali banditi periodicamente.

Con riferimento alle mansioni e alle responsabilità, l’infermiere si occupa dell’assistenza infermieristica dei pazienti (individuandone i bisogni e mettendo in pratica le terapie stabilite dai medici), della pianificazione e gestione dell’intervento infermieristico (attuata mediante l’osservazione del paziente e la valutazione circa la sua appropriatezza).

L’operatore socio sanitario svolge, invece, un’attività di assistenza diretta al paziente, occupandosi dell’igiene e della pulizia dei non autosufficienti; di disinfezione e pulizia degli ambienti e della strumentazione sanitaria, raccolta e stoccaggio dei rifiuti, sterilizzazione delle apparecchiature; della sorveglianza, dietro direttive infermieristiche, del corretto fluire di flebo o di altri trattamenti.

Alla luce di quanto detto, anche in base alla legislazione in materia, quella dell’infermiere è una professione autonoma intellettuale volta alla pianificazione dell’assistenza del paziente in obiettivi predefiniti, quella dell’operatore socio sanitario è una professione tecnico-pratica di supporto e collaborazione volta all’esecuzione di attività che riguardano la sfera igienico-sanitaria di paziente e struttura ospedaliera.

Centro Formazione Moneta

Via Nazario Sauro,3
20090 - Cesano Boscone (MI)
Tel: +39 02 4581673
Email: info@formazionemoneta.it

seguici su facebook